Pensa come un leader

immagine-articolo-pensa-come-un-leader
  1. Il modello Google

La richiesta di un atteggiamento manageriale anche da parte del più umile operaio è un’innovazione. Nella maggior parte delle aziende, il mezzo più efficace per accrescere la produttività è utilizzare nel modo più proficuo ed efficace le risorse umane.

La prima preoccupazione che dovrebbe avere un manager di un azienda dovrebbe appunto essere proprio capire come poter trarre il massimo dal suo personale.

Lavorare, sacrificarsi, allenarsi, studiare, sudare tutti per un obiettivo comune è la spinta più potente che si possa ricevere ed un vero leader ha come principale competenza proprio questa consapevolezza e fa di tutto per concretizzarla.

Quello che conta sono le abilità, non le disabilità. Un leader deve pensare: “come posso ottenere il massimo da ciò che sai fare maglio?” ed ovviamente questo discorso non esclude l’analisi individuale.

1 – Il modello Google

Non è certo un segreto, lavorare da Google è forse il sogno di tutti i tecnici del settore informatico.

Tra le prime aziende del mondo per fatturato e numero di dipendenti Google si differenzia soprattutto per la qualità e la cura che riserva verso il proprio personale.

Ecco cosa vuol dire per un dipendente lavorare per Google:

  1. Lavorare in ufficio o da remoto: Google non obbliga i dipendenti a lavorare in sede, loro puntano sullo stabilire un obiettivo: ogni dipendente ha il suo compito ed il suo obiettivo definito di volta in volta, ciò che conta è portare a termine il tuo compito nella maniera corretta e non importa se lavori in ufficio o da remoto e quante ore dedichi alla tua mansione. Raggiungere l’obiettivo è l’unica cosa che conta, il modo in cui lo fai non è vincolante.
  2. Vitto completo: Un caposaldo di Google è prendersi cura del proprio dipendente a 360°, banalmente questo implica anche mettere a disposizione bar e mensa per un servizio di vitto completo: colazione, pranzo e cena a spesa dell’azienda. Questo mette in condizione il dipendente di non preoccuparsi minimamente del doversi preparare il prazo da casa o fare colazione velocemente poichè sa che in ufficio avrà tutti i comfort del caso. Tutto ciò a vantaggio del dipendente che si dovrà preoccupare solo ed esclusivamente del lavoro.
  3. Palestra: Google mette a disposizione dei propri dipendenti la possibilità di fare attività fisica direttamente in azienda con una palestra gratuita utilizzabile senza orari. Lo scarico dello stress ed il benessere fisico e mentale contribuiscono ad essere più rilassati e produttivi durante le ore di lavoro.
  4. Nessun dress code: Google per i propri dipendenti non bada in nessun modo all’abbigliamento, infatti vestono tutti in modo informale senza nessuna preoccupazione di dover apparire. Per l’azienda è importante che il dipendente trovi il suo comfort anche nell’outfit poichè un dipendente a suo agio porta valore a se stesso e di conseguenza all’azienda.
  5. Viaggiare: Lavorare per Google richiede un aggiornamento ed un confronto continuo anche a livello culturale, motivo per cui i dipendenti sono molto in viaggio per varie nazione in altre sedi Google per interscambi lavorativi.

Indubbiamente il personale di Google è altamente specializzato nel settore in cui opera e questo rende stimolante sia la condivisione degli spazi in ufficio tra i dipendenti sia l’interazione ed il dialogo tra loro stessi.

Se stai pensando che tutto questo modello è applicabile solo ed esclusivamente perchè parliamo di una multinazionale ti stai limitando fortemente, poichè un modello del genere potrebbe essere applicabile in praticamente tutte le aziende.

Per applicare questo modello non servono milioni ma più che altro atteggiamento da leader e superare abitudini e preconcetti ormai superati.

Sai qual’è il bello di un modello così potente? che è applicabile in tutti gli ambiti: lavoro, famiglia, amore, amicizia, sport, cura di se stessi.

“È più facile rompere un atomo che un pregiudizio” – A. Einstein

Torna su

F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *